mo-blk.gif (66113 byte)

Padre Ljubo incontra gli Italiani nel Nuovo Salone - 06/08/2005

Messaggio da Medjugorje del 25 novembre 2021

Entro fine mese anche nel giornalino Clicca qui per ascoltare il commento (MP3)


La veggente Marija Pavlovic Lunetti in diretta con P. Livio a Radio Maria per il messaggio del 25 del mese ...
 

"Cari figli! Sono con voi in questo tempo di misericordia e vi invito tutti ad essere portatori di pace e d'amore in questo mondo, dove, figlioli, Dio vi invita attraverso di Me ad essere preghiera, amore ed espressione del Paradiso, qui sulla terra. I vostri cuori siano riempiti di gioia e di fede in Dio affinché, figlioli, possiate avere totale fiducia nella Sua santa volontà. Per questo sono con voi perché Lui, l'Altissimo, mi manda tra di voi per esortarvi alla speranza e voi sarete portatori di pace in questo mondo inquieto. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

P. Livio: E’ un messaggio che ci dà grande responsabilità: la Madonna ci chiama ad essere pace, amore, speranza, espressione di Paradiso ...

Marija: E’ un messaggio meraviglioso. La Madonna ci ricorda che è stata mandata da Dio perché attraverso di Lei ci invita ad essere preghiera, amore ed espressione del Paradiso qui sulla terra. La Madonna è diventata una di noi, è Madre nostra e non solo Madre di Gesù ... Vedo che la Madonna ci sta portando a questo desiderio di Dio, di Paradiso, di preghiera, di pace; perché la pace vera arriva soltanto da Dio attraverso la preghiera. La Madonna è arrivata qui il 24 giugno 1981 col nome di Regina della Pace. Noi l’amiamo, la preghiamo e cantiamo a Lei come nostra Regina e Lei sempre ci porta a suo Figlio Gesù. La Madonna ci vuole guidare verso il Paradiso. L’amore che la Madonna ha verso l’uomo e l’umanità, si vede anche

attraverso la sua umiltà. Lei si definisce “umile serva”. Anche questa notte nella chiesa di Medjugorje per tutta la notte abbiamo l’adorazione come ringraziamento alla Madonna per il suo messaggio e la sua presenza. Sappiamo che soltanto attraverso la preghiera possiamo sentire l’amore di Dio. E’ meraviglioso: sulla Collina delle apparizioni c’è sempre qualcuno in preghiera. Ieri abbiamo ricordato l’anniversario della morte di Padre Slavko e Medjugorje si è riempita di persone che hanno avuto un grande amore verso Padre Slavko. Questo sacerdote è stato di grande esempio: lui ha vissuto sotto l’ombra della Madonna, vivendo e trasmettendo i suoi messaggi. La Madonna sta chiamando anche noi ad avere fiducia nella volontà di Dio e diventare anche noi, con la preghiera, espressione del Paradiso, trasmettendo quell’amore di Dio che la Madonna ci sta dando con la sua presenza tra noi.

P. Livio: In genere la Madonna parla di "tempo di grazia", ma questa volta ha usato la parola "misericordia". Questo ti suggerisce qualcosa?

Marija: Dio col suo amore, con la sua misericordia, con il suo desiderio di aiutarci, ci ha mandato la sua Madre. Questo è un atto di misericordia: per tanti che si sono persi, per tanti confusi, per tanti che non hanno una mèta, la Madonna dice che la mèta è Dio, è il Paradiso, la vita eterna. Noi ci siamo persi e Lei ci dice: “Ritornate perché questo è il tempo della misericordia”. La Madonna ci chiede di essere quell’amore e quella pace che Dio ci sta dando. Quando abbiamo pace e amore, quando abbiamo preghiera e fiducia totale in Dio, il nostro cuore canta di gioia. E’ una cosa meravigliosa! ...

P. Livio: Forse la Madonna si riferisce alla situazione di sofferenza dell’umanità in questo momento: mentre noi ci siamo allontanati e abbiamo rifiutato la fede e la Croce, Dio ci manda sua Madre perché ci ama ...

Marija: La Madonna vuole portarci questo amore di Dio, questo Paradiso, la vita eterna per riempire i nostri cuori di gioia e di fede. Vuole che abbiamo totale fiducia in Dio. Questo è possibile all’uomo che prega. Diventiamo portatori di pace perché amiamo la pace e combattiamo per la pace ... La vita e la morte sono nelle mani di Dio. Ma l’uomo moderno vuole costruirsi un mondo senza Dio, senza Paradiso.

P. Livio: La Madonna ci dice che in questo mondo inquieto noi dobbiamo portare la gioia e la pace, però con la pandemia, con tutto quello che la Madonna ha detto che nel mondo c’è la guerra perché nei cuori c’è l’odio, è veramente molto difficile oggi ... E’ molto impegnativo per noi essere testimoni e portatori di pace.

Marija: Qui a Medjugorje vedo che in questo tempo di pandemia le famiglie sono ritornate ancora di più alla preghiera. Tanti hanno detto che ci voleva questo fermarci come un tempo di grazia. La preghiera qui è continua, le Colline sono libere, disponibili e là, nel silenzio, incontri Dio e la Madonna ... Noi sentiamo il bisogno di Dio e, quando preghiamo, Dio si manifesta dandoci la gioia e la pace ... Col tempo di Avvento avremo le Messe alle 5 o alle 6 di mattina e tante mamme andranno con sotto il pigiamo e sopra il cappotto. Sono le Messe di attesa per l’arrivo di Gesù. Nelle case si fanno le ghirlande sul tavolo. Sono tradizioni ricche di significati. Sono felice di essere a Medjugorje perché posso vivere questo tempo di Avvento con più serenità e più profondità ... In questo tempo difficile, cercate di avvicinarvi alla preghiera e a Dio, perché solo in Dio c’è il nostro futuro. La Madonna ci ha detto: “Chi prega non ha paura del futuro”. La Madonna ci ha chiesto di cominciare questa scuola dell’amore di Dio dicendoci: “Attraverso questi messaggi, che non sono nuovi, voglio riportarvi alla Sacra Scrittura, a vivere i Comandamenti, a vivere quell’amore che Dio ci ha dato”. Dio non ci ha abbandonato, ma è con noi e combatte con noi. Oggi ci ha detto: “Dio vi invita attraverso di me ad essere preghiera, amore ed espressione di Paradiso”. La Madonna è proprio espressione di Paradiso per la sua bellezza, la sua dolcezza, la sua fiducia in Dio. Lei è la nostra Madre, la nostra Regina, la nostra guida, la nostra Stella del mattino, che ci accompagna, che ci ascolta, che intercede per noi ... Come ogni anno con fiducia e con gioia stiamo aspettando, pregando e ci prepariamo in questo tempo di Avvento attraverso la confessione, la Comunione, attraverso piccole rinunce e qualche digiuno e anche preparando la casa con addobbi ... Vogliamo vivere il Natale non solo nella parte materiale, ma anche nella parte spirituale. A chi per Natale corre a destra e a sinistra per i regali, dico che la parte più bella e importante è accogliere Gesù nel nostro cuore ... Dobbiamo riprendere i gruppi di preghiera perché sembra che tanti siano scomparsi per paura. Non capisco perché per molti il covid non c’è nel supermercato, ma c’è nella chiesa. Invece la Madonna ci chiama a pregare e a sostenerci l’un l’altro nella preghiera. Non dobbiamo avere paura di andare a pregare in chiesa, perché il Signore ascolta la nostra preghiera. In tutti i tempi di pandemie, si è chiesta l’intercessione della Madonna. Coraggio! La Madonna ci ascolta. Dobbiamo pregare perché il Signore aumenti la nostra fede. Lungo i secoli abbiamo visto certi fatti dove poi sono nati santuari perché hanno pregato ed hanno ottenuto. Così dobbiamo fare anche noi per ottenere qualche grazia ...

P. Livio: Col covid molti si sono allontanati anche dalla confessione. Si avvicina il Natale, bisogna riprendere la confessione e la S. Messa di presenza ...

Marija: L’Avvento deve preparare il nostro cuore con la confessione, la preghiera nei gruppi di preghiera e nelle famiglie. La Madonna ha detto che il primo gruppo di preghiera è la famiglia ... In questi giorni è arrivato un grande gruppo dall’Est Europa. Vedo che vivono la preghiera andando sulle Colline al mattino, alla sera e anche durante la notte; fanno digiuno pane e acqua, si confessano. Sono sicura che la Madonna ascolterà le loro preghiere perché è gente semplice, bella, anche povera ma ricca nel cuore ...

P. Livio: Tutti avvertono che a Medjugorje la Madonna è viva e veramente parla ai cuori, tocca i cuori. Lo sperimentano anche persone lontane da Dio.

Marija: E’ vero. Noi vediamo persone che erano lontane, sono venute ed hanno avuto una conversione, ed ora sentono il bisogno di ritornare per ricaricarsi di quell’amore che hanno trovato qui a Medjugorje ...

P. Livio: Mirjana testimonia che quando si è incontrata con S. Giovanni Paolo II, questi le ha detto: "Mirjana, abbi cura di Medjugorje, perché Medjugorje è la speranza del mondo". Oggi che siamo tutti impauriti, questa espressione ci dà tanta forza. Perché è la speranza del mondo?

Marija: Vedi cosa ci dice in questo messaggio: “Per questo sono con voi perché Lui, l’Altissimo, mi manda tra di voi per esortarvi alla speranza e voi sarete portatori di pace in questo mondo inquieto”. Dio manda Maria per aiutarci, per guidarci. Se noi siamo con Dio, se siamo in Dio, questa speranza non morirà mai. Medjugorje è centro di speranza perché a Medjugorje c’è la Madonna ... La presenza della Madonna è motivo di speranza per un nuovo mondo, mondo di pace, mondo di preghiera, mondo di verità e anche di guarigione spirituale e fisica ... Questa sera la Madonna è rimasta un po’ più a lungo, era gioiosa, bellissimo! In quel momento io dimentico tutto e vivo il Paradiso, perché Lei porta con sé il Paradiso. Alla fine agli amici e familiari presenti ho detto: avevo così voglia di Paradiso! Perché la Madonna non mi ha preso con sé? Sentire questa gioia della sua presenza, sentire la sua voce, vedere l’espressione del suo viso, è il Paradiso e il mio cuore si apre al Paradiso ... Anche rileggere i suoi messaggi è bellissimo, perché non sono solo parole, ma diventano la vita ...

<<< >>>

Marija e Padre Livio hanno quindi pregato il “Magnificat” ed il Gloria

... e Padre Livio ha concluso con la benedizione.

Marija e P. Livio